I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


6122663

Nola, giunta completata: Sebastiani alla cultura e Scoavino all'Ambiente. Bruscino nuovo presidente del Consiglio. Accordo fino a marzo 2020


Nola – Dopo settimane di confronto interno la maggioranza raggiunge il proprio assetto, con il completamento della giunta e l’elezione del nuovo presidente del consiglio, dopo le dimissione di Rino Barone. La seduta di Consiglio comunale di ieri mattina ha sancito un ritrovato equilibrio tra le forze di maggioranza e lo stesso sindaco, Gaetano Minieri. Lo sblocco si è avuto a seguito del vertice dell’altra sera che ha tracciato una sorta di  road map da seguire nei prossimi mesi.

 

Ad essere eletta presidente dell’assemblea cittadina è stata Lucianna Napolitano Bruscino, capogruppo della Lista Uniti per Nola. Sullo scranno più alto del parlamentino bruniano, dunque, torna una donna. Per quanto concerne le deleghe dei due assessorati  rimasti vacanti fino a ieri, sono state confermate le indiscrezioni delle ultime ore. Nel corso dei lavori dell’assise, sono stati presentati anche i due nuovi membri dell’esecutivo, in particolare Annalisa Sebastiani, quale titolare dei Beni culturali e della Pubblica istruzione, e Vincenzo Scolavino che invece andrà all’Ambiente. Entrambi sono avvocati.

 

Quella in carica è dunque una giunta tutta tecnica e integralmente espressione del sindaco che ha inteso avviare, in questo modo, la prima parte dell’esperienza amministrativa per riportare in linea di galleggiamento l’ente. Una formula che sarà a tempo determinato.

A seguito dell’ultimo incontro di maggioranza, infatti, è stato stilato un documento in cui si  fissata la data del 31 marzo, come termine entro il quale si procederà ad un rimpasto di carattere politico per far si che le liste che costituiscono la coalizione di governo possano dare il proprio contributo alla causa, anche in proporzione ai voti riportati nelle ultime Amministrative. A tal proposito si afferma che si farà riferimento all’intesa già raggiunta tra le parti lo scorso 16 luglio.

 

 

 La stessa prevedeva un assessore nominato direttamente dal sindaco, tre assessori attribuiti a Uniti per Nola, più il delegato a Piazzolla, uno a Più Nola che avrebbe anche la delega a Polvica. Le altre due liste, Nola democratica e Nola in movimento, si alternerebbero, a turno, per una delega in giunta e la carica di presidente del consiglio. 

 
 

 

Nel frattempo, sono state assegnate le deleghe per le frazioni, in particolare quella a Piazzolla a Raffaele Giugliano di Uniti per Nola e quella a Polvica a Vincenzo Iovino.

 

Chiusa questa fase di riassetto interno, la navigazione della maggioranza dovrebbe più serena e proficua con il sindaco in testa,così come dal suo primo giorno di consiliatura, ad affrontare le non poche emergenze della città in particolare quella legata ai rifiuti e alle difficoltà economiche – finanziarie. 

 
Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia