I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5519873

Nola, Giosy Romano taglia il nastro di via Boscofangone: la strada era chiusa da sette anni


Nola - Sette anni: tanto è durata l’attesa dei residenti e dei lavoratori che insistono sull’area di Nola e Marigliano per poter vedere riaperta e quindi fruibile  via Boscofangone, ufficialmente restituita alla collettività oggi dal presidente dell’ASI Giosy Romano.
 
Un taglio del nastro atteso da tanti quello celebrato stamane presso lo spiazzale dello stabilimento industriale del pastificio Ferrara a Nola, visto che l’arteria chiusa ormai dal 19 maggio 2011 rappresenta la dorsale principale nell’agglomerato ASI di Nola-Marigliano sia per natura che per posizione strategica. 
 
Basti pensare che la strada serve attualmente almeno 100 imprenditori e 10.000 dipendenti dell’agglomerato in quanto il collegamento alla SS 7 bis var, attraverso i due svincoli Cis-Interporto e Zona Asi la rende di vitale importanza a tutte le ore per poter raggiungere la SP Boscofangone ed i paesi limitrofi come Marigliano e Polvica.
 
Un intervento dalla grande ricaduta in termini di migliore vivibilità per residenti e non solo, insomma, del valore complessivo di 250 mila euro. 
 
“Per chi come me ha sempre preferito parlare di risultati ottenuti piuttosto che di promesse - ha commentato il presidente dell’Asi Giosy Romano, candidato al Senato nel collegio uninominale con Forza Italia - è la riprova che quando si lavora in silenzio ma seriamente i risultati arrivano e sono tangibili. L’interesse dell’Asi, come di tutti coloro che sono preposti all’amministrazione della cosa pubblica, è del resto solo uno : migliorare le condizioni di sviluppo del territorio, nel minor tempo e con la minor spesa”. 
 
I principali lavori eseguiti consistono in particolare in: decespugliamento, taglio della vegetazione, pulizia della superficie stradale e delle canalette di sgrondo, rifacimento della pavimentazione stradale, trasporto a rifiuto del materiale di risulta, riconfigurazione delle pendenze, ripristino delle barriere di sicurezza esistenti e relativa posa in opera di gemme rifrangenti, rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, posa di targa viaria per cartellonistica toponomastica.

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia