I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale



5775560

F.I, Paolo Russo "Bravi Uniti per il territorio che sta facendo una bella squadra, ma prendano candidati non solo da Forza Italia". Sulla crisi politica della città di Nola "Ci si è divisi sulle persone e non sulle questioni"


Nola – Fare autocritica rispetto al recente passato. Saper cogliere la domanda di cambiamento che proviene dalla società. Aprire il partito al mondo delle associazioni e della società civile. Sono queste le parole d’ordine che, nel solito raduno di fine anno degli “Azzurri” del territorio, ha lanciato l’onorevole Paolo Russo, con particolare riferimento alla vicenda - Nola che nella prossima primavera vedrà celebrare le Amministrative. 
L’incontro era particolarmente atteso per raccogliere le indicazioni politiche che sarebbero potute derivare. E le aspettative non sono state deluse, visto che alcuni elementi interessanti sono emersi. 
In primo luogo, Russo ha evidenziato la necessità di fare una riflessione sull’esperienza amministrativa, conclusasi un anno prima della scadenza naturale. “E’ necessario fare autocritica -afferma Russo - . Abbiamo sbagliato qualcosa se un altro sindaco, tra l’altro bravo, termina traumaticamente il mandato. Un sindaco deve essere super partes, un bravo padre di famiglia, rispetto alle persone. Si assumono poi posizioni e ci si divide sulle questioni. Non mi pare che la crisi di Nola si sia consumata per strategie diverse sul piano delle finalità amministrative. Mi pare – continua Russo – che ci sia divisi sull’essere favorevole all’uno o all’altro. E’ questo è un gran danno”  
Una valutazione che conferma la divergenza ormai insanabile con l ex sindaco, Geremia Biancardi, che come è noto, seppur mai abbandonando formalmente Forza Italia, da tempo lavora ad un progetto civico insieme a Cinzia Trinchese con quest' ultima, candidato - sindaco in pectore. Una stoccata ironico – sarcastica, l' esponente "azzurro" la riserva anche ai componenti della lista Uniti per il territorio, anima critica dell' ex maggioranza, rimasta non solo compatta dopo lo scioglimento del Consiglio comunale per la mancata votazione del bilancio di previsione, ma che è in costante crescita ed “ago della bilancia”, in questa particolare fase storica, del dibattito politico. “Faccio i complimenti a loro, perché stanno crescendo, ma li invito anche a prendere altrove, e non solo in Forza Italia. Ma va bene così, insieme si è più forti”. Una dichiarazione sibillina che fa riferimento all’avvicinamento degli ex forzisti, Roberto De Luca e Angelo Siano, proprio alla lista di “Uniti per il territorio”, ed altri che starebbero per fare analogo passo. 
 
Alcuni esponenti della lista tirata in ballo erano presenti alla convention, in particolare Antonio Tufano e Salvatore Notaro. Una presenza che però sembra essere stata più di carattere personale e di garbo istituzionale, piuttosto che propedeutica ad un accordo politico. 
Da tempo, infatti, è nota la posizione della formazione; pur dialogando con tutti, l'orientamente è quello di un percorso indipendente ed autonomo, lontano dai blocchi contrapposti di Forza Italia, da un lato, rappresentata, attualmente, dal nucleo formatosi intorno all’ex vicesindaco, Enzo De Lucia, e dall’altro lato, dalle liste civiche dell’altro ex vicesindaco, Cinzia Trinchese.
 
 
 

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia