I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5679859

Nola, Manganiello lascia la Lega di Salvini e aderisce alla Lega Sud. "Il progetto della Casa della buona amministrazione va avanti"


Nola – “Il nostro lavoro, svolto in questi anni, è stato interrotto dalla decisione di commissariare il partito. Ma il nostro progetto di rinnovamento va avanti”. Domenico Manganiello, fino a qualche giorno fa, coordinatore cittadino della Lega, ha annunciato, l’ altro ieri, di aver lasciato il partito di Salvini a seguito della decisione di commissariamento della sezione di Nola a causa dell’eccessiva “litigiosità”.

Questi metodi ripercorrono un modo vecchio di ragionare – evidenzia ancora Manganiello –. Ho chiesto ulteriori spiegazioni al provinciale, ma senza avere risposta. Il direttivo che fino ad oggi, con grande impegno ed evidenti risultati, ha guidato la Lega dà vita ad un nuovo movimento denominato, Lega nolana, che confluirà poi in un ulteriore soggetto politico più ampio”.

Così Manganiello risponde al commissariamento subito. Una triplice “mossa” sullo scacchiere politico cittadino che vede in successione, la fuoriuscita dal partito, l’immediata fondazione di un nuovo movimento, e l’adesione ad una nuova casa “sovranista”. Alla conferenza stampa dell’altro giorno a presenziare vi era anche Gianfranco Vestuto, segretario nazionale di Lega Sud Ausonia, che ha investito, in ragione del suo grande dinamismo, lo stesso Manganiello, dell’incarico di commissario regionale della confederazione autonomista.

Il nostro progetto di coalizione della Casa della Buona amministrazione – prosegue Manganiello – costruito in questi mesi con grande attenzione e confronto interno, prosegue. Le nostre liste, tra partiti e movimenti, esprimono il meglio del nostro territorio e sono capaci di realizzare una proposta alternativa di governo per dare quelle risposte che da troppo tempo i cittadini attendono. Il tutto partendo, però, dai valori dell’onestà e dell’amore per la nostra terra”.

La coalizione della Casa della Buona amministrazione dunque resta più che mai viva con l’unica variante della Lega Sud, in cui confluirà la Lega nolana, al posto della Lega

Il prossimo 8 dicembre – conclude Manganiello – promuoveremo un incontro pubblico in cui metteremo a conoscenza della cittadinanza il nostro programma elettorale ed il nome del candidato sindaco”.

Il progetto in essere, per ora, non prevede alleanze con alcuno, a meno che lungo il percorso non si trovino altri soggetti politici che sposino l’idea di rinnovamento che le liste, fino ad oggi aggregate, hanno promosso.

La partita delle Amministrative 2019 è ancora molto aperta ed incerta. Gli schieramenti, da destra a sinistra, sono estremamente frammentati ed in attesa che qualcosa accada. In molti casi, a mancare sono le disponibilità di candidature di qualità. Una difficoltà, quest’ultima riscontrata, in maniera trasversale da tutte le formazioni che si accingono a partecipare alla competizione elettorale.

 

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia