I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5471362

Casamarciano: è scontro in consiglio sugli immobili di Parco Giordano Bruno


Casamarciano. E' polemica aperta a Casamarciano tra maggioranza ed opposizione consiliare a proposito della vicenda delle case popolari di proprietà del Comune che l'Ente pubblico ha deciso di vendere. La decisione ha trovato la disapprovazione della minoranza che ha portato il caso con consiglio comunale. Il problema riguarda alcuni appartamenti siti nel Parco Giordano Bruno, acquisiti al patrimonio comunale dall'allora gestione commissariale e poi successivamente rese abitabili. Il caso è finito così sui tavoli dell'assemblea cittadina: l’ordine del giorno (ovvero discussione e determinazione in ordine all’alienazione di immobili di proprietà comunale siti in Parco G. Bruno) è stato richiesto dal gruppo di minoranza al fine di sottoporre all’attenzione del consiglio comunale  la proposta di revoca del bando di vendita disposto dal Comune. L'idea era quella di provocare una ulteriore discussione sulla decisione di mettere in vendita gli immobili. Le famiglie che vivono in quei locali li occupano in base ad un bando che indicava una serie di requisiti relativi al disagio economico , cui seguì l'assegnazione. L’opposizione  contesta innanzitutto l’eccessiva valutazione degli immobili, nonché gli stessi criteri di valutazione degli immobili. Al termine della discusssione tuttavia la maggioranza si è dimostrata compatta nel rigettare la mozione presentata dalla minoranza, che è stata respinta con 11 voti contrari e 5 favorevoli. Durante il Consiglio era presente anche una delegazione degli inquilini, contrari alla vendita.  La vicenda naturalmente non è ancora terminata: non è stato possibile infatti per il momento vendere con un asta pubblica quegli immobili, e gli inquilini sperano ancora in una soluzione che non faccia passare le loro case in mano ai privati.

Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia