I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale



4979709

Abbruciamento foglie: la prima ordinanza è di Rocca. Appello al Prefetto


Roccarainola - Dalle parole ai fatti. Il sindaco di Roccarainola, Raffaele De Simone, ha emesso un ordinanza con effetto immediato di divieto assoluto di bruciare residui vegetali di attività agricole, richiesto a gran voce dal Forum Ambiente Area Nolana, a tutela della salute di migliaia di cittadini dell'agro nolano. "I sindaci debbono dare l'esempio ai cittadini di come si tutela la salute e l'ambiente - ebbe a dire nel tavolo di concertazione promosso dal Comune di Saviano - e debbono educare gli agricoltori alle buone pratiche agricole nel rispetto della legge". "Come per la differenziata - ricordava De Simone - così per i roghi agricoli: nessuno può andare contro legge e bruciare fogliame pericoloso". Per questo il primo cittadino, come promesso ai rappresentanti del Forum Ambiente, ha promosso un convegno pubblico previsto per il 14 giugno, alle 18,30, nella sala consiliare del comune . Al convegno sono stati invitati la Coldiretti, la Asl, la Polizia Provinciale, l'Arpac, i Sindaci dell'Area Nolana, il Corpo Forestale e l'agronomo Carmine Strocchia e il Prefetto di Napoli. Nel frattempo per oggi pomeriggio è atteso l’arrivo a Casamarciano del Prefetto Cafagna, per discutere nuovamente della questione con il i sindaci del territorio. A tal proposito le associazioni hanno diramato una nota – appello. “Eccellenza, sappiamo che oggi pomeriggio incontrerà i sindaci nolani. Insista affinché vietino i roghi agricoli in maniera assoluta e senza finestre orarie, oltre ad invitarli a vigilare contro i roghi tossici e siti abbandono rifiuti”.

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia