I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


6342463

Analisi dei tamponi per il CoronaVirus all’ospedale di Nola. C’è l’Ok della Regione



I tamponi per riscontrare la positività al CoronaVirus potranno essere analizzati presso l’Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola. Arriva l’ok della Regione Campania alla richiesta dei sindaci del nolano, protocollata ieri, che richiedeva al governatore De Luca, l’autorizzazione alle analisi dei test per il Covid-19, da effettuare presso il nosocomio nolano.

La conferma ufficiale arriva a firma del Direttore Generale, Sosto, e del Direttore Sanitario della ASL 3 Sud, D’Onforio, che hanno dunque integrato il presidio ospedaliero nolano, nella CORONET LAB Campania, autorizzando, dunque, l’espletamento della diagnosi molecolare sui campioni clinici respiratori Covid-19.

A comunicarlo, a mezzo social, è l’esponente del Partito Democratico, Massimiliano Manfredi: ” La nuova struttura sarà attiva nel giro di 7 giorni – scrive Manfredi – e consentirà così di non sovraccaricare ulteriormente il laboratorio del Cotugno già stremato, e una volta a regime consentirà di avere risposte più rapide per la scelta dei trattamenti per i pazienti sospetti di Cov 19 presso i nostri nosocomi territoriali consentendo una più veloce gestione di questa difficile emergenza. 

Manfredi sottolinea l’impegno del personale sanitario delle ASL 3 Sud, in particolare quello degli operatori del “Santa Maria della Pietà” di Nola e del “Cav. Raffaele Apicella” di Pollena, ringraziandoli per il difficile e duro lavoro che stanno affrontando. “Diamo tutti il nostro contributo rimanendo a casa – chiude Manfredi – seguendo pedissequamente le disposizioni sanitarie di Governo e Regione evitando comportamenti irresponsabili, sono sicuro che #AndraTuttoBene e a breve tutti Insieme #RimettiamociNCammino“.

 

di Alberto De Sena

 

Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia