I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5519886

Palma Campania, disco verde al consuntivo. Opposizione diserta la seduta fatta eccezione del consigliere Nolano


Palma Campania – È passato in consiglio comunale il Conto Consuntivo. Si tratta dell’ultimo, importante documento approvato dall’Amministrazione retta dal sindaco Vincenzo Carbone, che dopo dieci anni di governo lascia la fascia tricolore. Il 10 giugno, difatti, Palma Campania tornerà alle urne per eleggere un nuovo sindaco (tra gli aspiranti D’Antonio, Donnarumma e Gragnaniello), mentre Carbone – dopo due mandati di fila da primo cittadino – si proporrà come candidato a consigliere comunale.

“Chi pensava ad una débâcle della Maggioranza e del sottoscritto si sbagliava di grosso. – ha affermato lo stesso Carbone dopo la conclusione dei lavori in assise municipale – Il rendiconto di bilancio è passato senza problemi, anche se c’è da rimarcare l’assenza pressoché totale del gruppo di Minoranza, ad eccezione del solo componente Vincenzo Nolano. L’Opposizione s’è confermata, ad eccezione di Nolano, del tutto irresponsabile e poco rispettosa nei confronti della comunità palmese, in special modo di chi le ha permesso di sedere con i propri esponenti in consiglio comunale. La mancata approvazione del Conto Consuntivo avrebbe generato una paralisi totale al Comune di Palma Campania. Approvando il Bilancio Consuntivo, la Maggioranza Carbone ha permesso al Comune di continuare a rispettare gli impegni economici presi, dando credito e continuità ai lavori già iniziati, in particolar modo quelli inerenti le scuole, che hanno sempre rappresentato un ‘cavallo di battaglia’ per questa Amministrazione”.

Per la cronaca, a votare in consiglio comunale l’approvazione del Consuntivo c’erano nove effettivi: per la Maggioranza il sindaco Vincenzo Carbone, il presidente del consiglio comunale Michele Graziano, gli assessori Michela Manzi, Gina Santella, Salvatore Addeo, i consiglieri Salvatore Mancone, Rosa De Nicola e Maria Teresa Simonetti; per l’Opposizione, il solo Vincenzo Nolano. Sette i voti a favore, due gli astenuti.

 

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia