I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale




5168774

Maria Franca Tripaldi candidata al Senato: “La mia candidatura come consolidamento di un progetto politico di rappresentanza e radicamento sul territorio”


Nola -  “La candidatura al Senato con Liberi e Uguali è una tappa di un percorso che abbiamo intrapreso con entusiasmo da tempo e la vivo come l’opportunità per potenziare il mio personale impegno a servizio del territorio”. Si presenta così Maria Franca Tripaldi, candidato al Senato nelle fila di Liberi e Uguali nel collegio uninominale Nola-Portici, che comprende i comuni di Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cercola, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Massa di Somma, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Pollena Trocchia, Portici, Roccarainola, San Gennaro Vesuviano,  San Giorgio a Cremano,  San Giuseppe Vesuviano, San Paolo Bel Sito, San Sebastiano, Sant'Anastasia, Saviano, Somma Vesuviana, Striano, Terzigno, Tufino, Visciano.

Avvocato penalista, consigliere comunale a Nola e candidato a sindaco per la coalizione di centrosinistra nell’ultima tornata elettorale, Maria Franca Tripaldi arriva alla politica dal mondo dell’impegno civile e della difesa dei diritti delle minoranze, con particolare impegno nella lotta per l’uguaglianza di genere e nella difesa di diritti delle donne. “La mia candidatura nasce nel solco del contributo iniziale offerto alla nascita di Articolo 1 sull’area nolana e punto, attraverso la campagna elettorale, a gettare le basi per un reale radicamento di Liberi e Uguali sul territorio, con la precisa volontà di rafforzare, e ancor più spesso risvegliare, il legame tra elettori e partito: rendersi portavoce delle istanze dei cittadini, dare sostanza al rapporto di rappresentanza è la strada maestra per il cammino democratico”

Mariafranca Tripaldi ha le idee chiare su quali debbano essere i temi su cui incentrare la competizione elettorale “Mi rendo portavoce di un progetto politico che mette al centro i diritti fondamentali di uguaglianza, di istruzione, al lavoro, allo sviluppo basato sui punti di forza identitari di un territorio (turismo, agricoltura, cultura) e di una giustizia che sia efficiente e produttiva. Un progetto che difenda il diritto alla salute - continua la Tripaldi - declinata sia nei concetti di conversione ecologica dell’economia, sia di una sanità pubblica svincolata da mortificanti rapporti di clientela politica”.

Rispetto al panorama delle candidature avversarie, l’avvocato Tripaldi afferma con fermezza: “Alla disaffezione e alla disillusione dei cittadini va risposto con concretezza e senza ambiguità: Liberi ed Uguali non è un voto utile, è un voto responsabile, è una scelta chiara e trasparente che si differenzia da chi continua a proporre modelli di Italia fuori dalla storia, ridimensionando o minacciando di negare diritti conquistati e consolidati negli anni, da chi ha l’arroganza di lasciarsi guidare, nel nostro già sufficientemente martoriato territorio,  da candidati dalle pericolose contingenze, da chi strumentalmente parla alla pancia delle persone in tempi di carestia, promettendo tutto e il contrario di tutto, senza mai spiegare con quali fondi, in quali tempi, secondo quale metodologia.”

 
Ricerca / Colonna destra





ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia