I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5994679

Legalità: all'Esercito il quadrangolare di calcio a Cercola Vittoria ai calci di rigore contro la rappresentativa della Nato


Cercola - La squadra dell'Esercito italiano si è aggiudicata, ai calci di rigore contro la rappresentanza della Nato, il quadrangolare di calcio della 'Partita della legalità', iniziativa svoltasi oggi nello stadio della cittadella sportiva di Cercola, dove, alla presenza di centinaia di studenti accompagnati da professori e genitori, si sono fronteggiate le rappresentanze delle forze dell'ordine e armate per dare un segnale del risveglio ''delle coscienze per un cambiamento positivo'', attraverso l'unione con istituzioni, Chiesa, scuola, associazioni e cittadini. Nel corso della manifestazione, è stata sottolineata l'importanza della collaborazione tra Forze dell'Ordine ed Armate, istituzioni, associazioni, scuola, Chiesa e cittadini, per dare un ''calcio all'illegalità'', e ''risvegliare le coscienze per un cambiamento positivo''.  Il calcio d’inizio è stato preceduto dall’Inno Nazionale cantato dagli alunni dell’ Istituto Comprensivo 3 di Parco verde di Caivano, guidati dal Direttore il Dott. Bartolomeo Perna e dall’ insegnante Pina Pascarella, sulle note della Fanfara della brigata bersaglieri Garibaldi di Caserta. Un lavoro curato nei minimi termini dagli alunni di Caivano magistralmente coordinati dal M° Salvatore D’Esposito del Cimarosa. Per l'occasione sono stati allestiti stand tutt'attorno alla struttura sportiva, per la sensibilizzazione alla legalità. Alla manifestazione hanno presenziato, tra gli altri, il prefetto di Napoli, Francesco Antonio Musolino, il Procuratore Giandomenico Lepore, il prefetto Franco Malvano, il generale di divisione dell'Esercito italiano, Roberto D'Alessandro, il colonnello dell'Accademia Aeronautica, Enrico Garettini, il colonnello della Guardia di Finanza, Giuseppe Santonastaso, il primo maresciallo della Capitaneria di Porto, Francesco Celentano, il colonnello della Nato, Pierino Carrieri, il vicequestore aggiunto della polizia, Pietro Marino, il tenente colonnello dei carabinieri, Nicola Conforti. Hanno partecipato, tra gli altri, anche Gianni Maddaloni, papà del campione olimpionico Pino, ed il caporalmaggiore dell'esercito, Carmine Lettieri, vittima del dovere nel 2004, oltre ad artisti e cantanti, come Manuel Foria, 21enne che ha cantato la canzone scritta e dedicata alla Terra dei fuochi, ''Noi vogliamo vivere''. Sullo stadio gremito di bambini che sventolavano il Tricolore, anche la sorpresa del passaggio di un elicottero della polizia, che ha suscitato l'interesse dei più piccoli. La manifestazione, organizzata dall'Ascom di Volla e dall'associazione 'Officina delle idee' di Rosa Praticò, è stata presentata dal poliedrico artista Gabriele Blair, attore noto in serie Tv come 'Vivere', 'La squadra', e oramai voce dell'Esercito per le manifestazioni ufficiali. Il sindaco di Cercola, Vincenzo Fiengo, ha voluto ringraziare, per la collaborazione nella riuscita della manifestazione, il colonnello dell'Esercito, Antonio Grilletto, ma soprattutto i generali dell’Esercito Lops e Landriani. Tantissime associazioni molto impegnate nel sociale hanno preso parte alla kermesse tra le quali la S.O.F.I.A. onlus.

di   Giuseppina Pascarella

 
Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia