I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


6091665

Cimitile, intitolata a Salvatore Nuvoletta la sede dell'associazione Carabinieri


Cimitile - Con l’intitolazione della propria sede a Salvatore Nuvoletta, giovane carabiniere ucciso dalla camorra, la sezione dei carabinieri di Cimitile diventa un vero e proprio presidio di legalità e di azione sociale a favore della comunità.

La cerimonia svoltasi sabato mattina ha visto la partecipazione dei soci dell’associazione nazionale dei carabinieri non solo della locale sezione, ma anche quelli di Mugnano di Napoli e San Gennaro Vesuviano. A rappresentare l’amministrazione comunale, l’assessore Domenico Balletta.

Dopo la deposizione della corona presso il monumento dei caduti in piazza Filo della Torre, il corteo si è diretto presso la sede della sezione di Cimitile che è stata omaggiata dai familiari di Salvatore Nuvoletta con una medaglia d’oro ed una nuova cravatta per la bandiera. A fare gli onori di casa, il presidente regionale dell’associazione nazionale Carabinieri che ha ricordato le virtù eroiche di Nuvoletta che nel corso di un agguato riuscì a salvare un bambino. Presenti tra gli altri alla manifestazione anche il segretario locale ANC C/re aus. Giovanni Galeotalanza, il Comandante del Gruppo Carabinieri di Castel Cisterna Col. Francesco Gargano, il Comandante del Nucleo Operativo Radiomaobile CC. Di Nola Tenente Simone Vergani, i Comandanti delle Stazioni CC. Di Nola, Schiava, Tufino, Cicciano, Cimitile, San Paolo Belsito, Montecorvino Pugliano (SA), il Magg. Felice Parisi e moltissimi carabinieri in congedo ed iscritti ANC. 

"La sezione ANC di Cimitile, già socia del Forum Terzo Settore Agro Nolano - si legge in una nota del Forum Terzo Settore Agro nolano -  con le sue azioni si pone ancora una volta come un presidio di legalità del territorio. La prima forma di legalità è il rispetto e l'applicazione della costituzione e dei diritti che sancisce. Se dobbiamo usare la parola legalità dobbiamo pensare al diritto alla salute, allo studio, al lavoro che vengono quotidianamente negati. La sede ANC locale, allora, con tutti i suoi soci sottolinea la difesa di questi diritti, fondamentali per una collettività civile e democratica".

 

di Rossella Meo 

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia