I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5603200

Nola, celebrata una messa per ricordare la figura di don Filippo Menna, morto nel 1968, padre spirituale della Fuci. Fu maestro di una generazione


Nola – “La mia vita è una via e in fondo troverò te”. Così scriveva Don Filippo Menna ed in occasione del cinquantesimo anniversario della Fuci di Nola. La sua figura è stata ricordata ieri sera presso la Chiesa del Gesù.

Don Filippo nacque a Vico Di Palma Campania il 26 marzo 1930 e moriva in Roma dove si trovava quale docente di storia e filosofia quale membro esaminatore nella sessione di settembre degli esami di maturità.

Il padre Donato – avvocato -  con la madre Felicetta abitavano a Domicella ma come i figli, quasi tutti,  nacquero nella grande casa di Vico di Palma dove fu celebrato il rito funebre di Don Filippo.

Maturata la vocazione al sacerdozio frequentò  il  Seminario di Nola e di Salerno e poi la Facoltà Teologica di Posillipo. Nel 1953 fu consacrato sacerdote nella Chiesa Parrocchiale di Domicella da Mons. Adolfo Binni da poco nominato Vescovo di Nola.

Laureatosi in Teologia presso la Gregoriana di Roma e successivamente in Filosofia a pieni voti e con il plauso dei professori all’Università Cattolica di Milano, fu docente di storia e filosofia al Liceo Vescovile di Nola. Principale collaboratore di Padre Rufino Di Somma per l’Istituto di Scienze Religiose all’epoca in cui era presso i Frati Minori del Convento di Sant’Angelo in Palco in Nola. Vincitore di concorso insegnò presso il Liceo di Ottaviano.

Fu assistente spirituale della Fuci di Nola sino alla sua morte avvenuta all’età di 38 anni il 18 settembre 1968 con i quali promosse conferenze, incontri, partecipando ai vari congressi nazionali della Federazione Universitaria Cattolica quali partecipò entusiasta – il prete che non era nolano – alla organizzazione di tre gigli che sono rimasti nella storia della festa. Grazie all’intenso legame con i giovani fu fondatore del Circolo Tennis Lello De Mita.

Il circolo della Fuci di Nola, nella storica sede accanto alla Chiesa dell’Immacolata,  e’ stato intolato a Don Filippo Menna.

Anche Palma Campania fu fondato un circolo culturale dedicato a Don Filippo Menna con sede in Via Municipio n. 79.

Una intera generazione di giovani ricorda il prete moderno, con una figura aristocratica ed elegante grazie anche alla sua statura,  che ha portato una ventata di entusiasmo durante il suo apostolato per essere stato un esempio di sacerdote e docente sensibile ed aperto alle innovazioni, come si disse nell’elogio funebre in Vico di Palma, “percorrendo di volata tutte le tappe nel sacerdozio in cui portò l’intemerata fermezza della fede, nel magistero l’ansia entusiasta della verità calando questa fede e quest’ansia in una esperienza di vita vissuta e feconda

di Giancarlo Alloccca

Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia