I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5680022

Mugnano del Cardinale, alla festa di Santa Filomena un "Tosello" della bottega Tudisco e dell'artista Nunzio Meo


Nola – La macchina organizzativa per la nuova edizione della Festa dei Gigli è già partita. I maestri di festa dopo l’assegnazione dei decreti definitivi delle rispettive concessioni delle tradizionali macchine sono già a lavoro per allestire i team per l’organizzazione dei festeggiamenti. Ormai quasi tutte le tessere sono state incastrate. Anche le scelta delle botteghe d’arte è stata definita. Tra queste, sicura protagonista sarà come sempre la bottega Tudisco reduce da un’ annata eccezionale con lo straordinario e innovativo “quattro facce” del Giglio dell’Ortolano, progettato dal professore Nunzio Meo e degno del marchio dell’Unesco di cui si fregia dal 2013 l’Eterna. Un rivestimento che ha riscosso un grande successo grazie allo sviluppo del tutto originale del tema dell’Albero della vita. In attesa di tuffarsi nuovamente nella sempre emozionante avventura dei Gigli, il binomio Tudisco – Meo si rinnova in occasione di dell’importante festa in onore a Santa Filomena a Mugnano del Cardinale, il cui clou è atteso per domenica mattina. Protagonisti, i battenti che vengono a piedi dai paesi confinanti, arrivando in processione al santuario con mazzi di fiori, ceri e “toselli”. Quest’ultimi, chiamati anche “barche”, sono costruzioni simboliche decorate con nastri di carta e conchiglie. Per il 2018 il comitato organizzatore del “tosello” della prima squadra (De Lucia Filomeno, Napolitano Stefano e Teodorico Antonio Avello) ha commissionato proprio all’antica bottega d’arte Tudisco di Nola, un inedito “tosello” dalla forma di baldacchino. La costruzione del baldacchino in onore di Santa Filomena è un esempio di lavoro di squadra, tra comitato, artisti e bottega nolana, testimonianza dell’eccellenza del fare, che tende a valorizzare le tradizioni storiche e religiose locali, l’arte e l’artigianato, i mestieri d’arte e il made in Italy

Ogni anno il 10 Agosto a Mugnano del Cardinale si festeggia in onore di Santa Filomena, una festa civile e religiosa dei mugnanesi, la santa che secondo la tradizione visse nel III secolo d.C. I protagonisti di questa ritualità sono i “battenti”, fedeli scalzi che battano continuamente i piedi a terra in modo ritmico e cadenzato, indossano un costume tradizionale, con canottiera e pantaloni bianchi e una fascia rossa in vita, annodata al fianco con gli iniziali (S.F.), i colori bianco e rosso simboleggiano la purezza e il martirio della santa. Il “capo paranza” dei battenti di Mugnano, al suon della trombetta, dirige ed organizza la marcia secondo il rituale e dal luogo di partenza pronuncia: “ A’NNOM E SANTA FILOMENA….VIVI O’MUORT…TUTTI A MUGNANO!”.

Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia