I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale


5319392

Nola, istallati due defibrillatori in centro storico: l'iniziativa è di Raffaele Caccavale in collaborazione con l'associazione Amiamola


Nola – Due defibrillatori, istallati in due punti della città per un soccorso tempestivo in caso di gravi episodi di cardiopatie. Si tratta dell’epilogo di un progetto che ha messo insieme amore per Festa dei Gigli, attaccamento alla città, cittadinanza attiva. A promuovere l’iniziativa è stato il cantante dei Gigli, Raffaele Caccavale, insieme ai suoi due figli, Felice e Rosario, anche loro artisti nell’ambito della millenaria kermesse. In occasione del suo consueto lavoro discografico, giunto alla sua 27 esima edizione pubblicato nel corso delle festività natalizie, Caccavale si è fatto promotore di una raccolta di fondi con cui ha attivato, così come da qualche anno, diverse azioni a carattere solidale. Tra queste, l’acquisto di due defibrillatori per contrastare gli effetti, talvolta fatali, causati da improvvisi malori cardiaci. Il progetto ha visto l’attiva collaborazione dell’associazione Amiamola, presieduta da Maria Esposito, la quale già lo scorso anno ha promosso l’acquisto di alcuni defibrillatori, formando anche diversi operatori.

Nel corso dell’ultima Festa dei Gigli, inoltre, sono stati organizzati alcuni presidi lungo il percorso delle storiche macchine, pronti all’intervento nel caso di emergenza.

Ieri mattina i due nuovi defibrillatori sono stati istallati, rispettivamente a piazza Duomo e piazza Immacolata. Presenti all’evento i rappresentanti dell’associazione Amiamola, Raffaele Caccavale, insieme ai figli Felice e Rosario, oltre al Comandante della Polizia municipale, Luigi Maiello. “Ormai Ciak si canta è un appuntamento atteso da parte di tutti – afferma Caccavale – voglio ringraziare di cuore tutti i sostenitori che da anni credono in questo progetto che non è solo musicale ma soprattutto solidale perché ha l’intento di dare una mano a chi è in difficoltà. La Festa dei Gigli è soprattutto questo: amicizia, carità, fraternità”.

 
 

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia