I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale



5033981

“Pomigliano Jazz”: ad Avella il concerto del talentoso Gregory Porter


Avella - Il “Pomigliano Jazz Festival” è una delle eccellenze culturali della Campania ed è, da ventidue anni a questa parte, uno degli appuntamenti irrinunciabili dell’estate. Lontano dall’essere una manifestazione elitaria, negli anni “Pomigliano Jazz” ha offerto parecchi concerti, ospitando artisti di fama mondiale facendoli interagire con musicisti della scena campana e nazionale, promuovendo inedite e coraggiose produzioni.

Lo scorso giovedì 3 agosto il pianista e docente presso il conservatorio “Carlo Gesualdo” di Avellino, Francesco D’Errico, con il suo quintetto che comprende Giulio Martino (sassofoni), Antonio Iasevoli (chitarra), Marco De Tilla (contrabbasso) e Dario Guidobaldi (batteria), è stato ospite della XXII edizione del “Pomigliano JazzFestival”, nel suggestivo scenario dell’Anfiteatro romano di Avella, in apertura al concerto di Gregory Porter. Dal vivo, la bandha presentato in anteprima il nuovo progetto discografico edito da Itinera, ispirato dalla figura del Principe di Venosa, dal titolo “Gesualdo N41° 00′ 21″ E15°04’12” “.

Grande è stata l’attesa per il cantante, dalla potente voce black, sopracitato: Porter, infatti, è riconosciuto per aver conquistato il mondo con i due album “Water” e “Be Good” ed è arrivato per la prima volta in Campania, proprio in occasione di questa serata speciale. Egli è fresco vincitore ai “Grammy Awards” con l’ultimo lavoro discografico “Take me to the alley”, che si è imposto nella categoria “Best Vocal Jazz Album”. Con una voce che sa essere carezzevole e decisa, calda e avvolgente, Porter è stato definito da Wynton Marsalis, con cui si esibisce spesso a New York, “un cantante fantastico”.

Reduce dai sold out alla Royal Albert Hall di Londra e all’Olympiadi Parigi, ha trovato una sua via per portare il jazz al grande pubblico, grazie a un talento indiscutibile, una straordinaria voce baritonale e un’irresistibile carica comunicativa.Sul palco dell’anfiteatro di Avella, Gregory Porter è stato accompagnato da Chip Crawford (pianoforte), OndreJPivec (hammond), JahmalNichols (basso), EmanuelHarrold (batteria) e TivonPennicott (sassofono).

Un evento unico ed inimitabile quello a cui ha assistito il pubblico privilegiato e presente all’ Anfiteatro. Si ringrazia l’amministrazione comunale di Avella, il sindaco Avv. Domenico Biancardi, la sovraintendenza ai Beni Culturali per la disponibilità a supporto dell’organizzazione, la Regione Campania (in particolare l’Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali, che finanzia il “Festival” da anni) e tutto lo staff del “Festival” che ha aiutato a portare avanti la manifestazione.

 

di Nicola Compagnone

Ricerca / Colonna destra

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia