I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei  cookie.

Contenuto Principale



4979634

Nola, cimiteri cittadini ok : si spera in una manutenzione ordinaria efficace tutto l'anno


Nola – I cimiteri cittadini, in particolare quello di Nola centro, si presentano in buone condizioni e dunque pronti per affrontare la festività dedicata alla commemorazione dei defunti. L’inversione di tendenza, rispetto ad una prima parte dell’anno in cui si sono registrate non poche criticità, si è avuta allorché si è proceduto all’affidamento del servizio di manutenzione alla nuova ditta.
 
 
 
I cimiteri si presentano, infatti, da diverso tempo in ordine e lontani dallo scenario di alcuni mesi fa quando le erbacce, in alcuni casi, “avvolgevano” le stesse tombe in un contesto di abbandono totale che costringeva gi stessi cittadini a provvedere alla pulizia dei viali.
 
 
 
Fortunatamente la situazione si è andata normalizzando anche in coincidenza dell’avvento del nuovo assessore all’Ambiente, Carmine Pizza, che ha rinnovato una maggiore attenzione e sensibilità sulla questione. Le operazioni di pulizia sono state, in questi ultimi giorni, rafforzate anche con interventi programmati più volte durante la settimana. Prima della tradizionale festività in onore dei defunti, quando presso i cimiteri cittadini ci sarà, come sempre, un grande flusso di visitatori, sarà completata in quello di Nola –centro anche la ritinteggiatura della facciata di ingresso e della chiesa.
 
 
 
L’ auspicio è che sull’ argomento l’interesse ed il buon servizio di manutenzione permangano per l’intero anno e non cali nei prossimi mesi per poi ritornare puntualmente solo ai primi di novembre.
 
 
 
Del resto sulla vicenda cimitero c’è da recuperare anche una certa credibilità dopo l’inchiesta della Procura che ha accertato come alcuni dipendenti comunali infedeli, attraverso “artifizi e raggiri”, hanno lucrato  guadagni illegittimi per la riesumazione e l’inumazione dei defunti. Attività che rientravano già tra i propri compiti e che avrebbero dovuto svolgere senza alcun pagamento ulteriore da parte dei cittadini, oltre alle modalità prescritte dal regolamento. Va detto che il lavoro della Procura della Repubblica è stato anche favorito da un’ indagine interna dell’amministrazione che ha evidenziato una discordanza tra le somme incassate ed il numero dei decessi annuali. A fronte di circa trecento decessi annuali gli incassi erano di poche migliaia di euro, mentre ancora minore risultavano le somme incassate per l’estumulazione.
 
 
 
Intanto la stessa amministrazione lavora ad un piano di riqualificazione del cimitero di Nola. Nei mesi scorsi, infatti, è stato approvato dalla giunta municipale il relativo progetto di rilancio  per un importo complessivo di  900mila euro.
La riqualificazione riguarderà la pavimentazione dei viali principali in porfido e di quelli secondari. Sarà potenziata  la rete delle acque reflue e piovane con nuove caditoie e pozzetti di sedimentazione. Infine è previsto anche un nuovo impianto di illuminazione notturna, soprattutto nelle parti nuove del cimitero. Inoltre dai ragazzi del servizio civile è stato avviato il censimento per la verifica della scadenza delle concessioni della cappelle gentilizie che ha una durata di 99 anni. Per quelle scadute sarà attivata la procedura di rinnovo e nel caso di mancato interesse si potrà partire con concessioni ex novo. Tuttavia resta alta la tariffa per i servizi cimiteriali: rispetto a tre anni fa, infatti, la tariffa per l’estumulazione delle salme è aumentata di quasi tre volte passando da 97 euro a 250 euro a estumulazione

Ambiente e salute

Aperta-mente

Nuove tecnologie

Gastronomia